mercoledì, febbraio 08, 2006

Advertising policy

Regola 1: se ne deve parlare!
Il bombardamento mediatico al quale siamo costretti in questi anni di proliferazione di messaggi provenienti da più mezzi eterogenei e simultaneamente ha portato ad una assuefazione verso i messaggi pubblicitari canonici.

Per questo motivo le ad agency devono inventare sempre canali alternativi per veicolare i messaggi in modo che attraggano nuovamente l’attenzione dell’utente.
Quindi si pensa a colori sgargianti, a visul accattivanti, a location bizzarre. Per i copywriters il discorso è più complesso.
Si è passati dalla moda di creari messaggi provocatori fino al trend attuale di “scrivere” il meno possibile lasciando “parlare” le sole immagini così da lasciare all’utente/fruitore la possibilità di trarre le conclusioni più disparate.

Se ne parla con gli amici, si invitano i conoscenti a prendere visione della pubblicità, diventando, inconsapevolmente, stake holders di quello specifico messaggio. Per i pubblicitari, ovviamente, nulla è inconsapevole e “scatenano” questo fenomeno volontariamente. E’ la moderna via per fare word-of-mouth.
Ricordate, regola 1: se ne deve parlare.

outdoor advertising

nike advertising


psp advertising

posted by Andrea Signori @ 8.2.06   1 comments

1 Comments:

At 9:11 PM, Blogger Legal and Finance Consulting said...

Hello, my name is Andrea Signori,
I have SEARCHING out FOR THE LATEST INFORMATION abouthits and found your site.
I was looking out for hits related information. Anyway, I am glad I have stopped by even though this isn’t a perfect match.
Sorry, I have see that your Advertising policy wasn't exactly, what I was looking for, but, certainly got my attention and interest.
It does will be a pleasure, if you contact me. Perhaps we have some same ideas. Wish you success with your site.

Fritz

 

Posta un commento

<< Home